Primi due fumetti della collana Sordi: ieri e oggi

La cooperativa il Treno onlus, in collaborazione con il Gruppo SILIS onlus, è lieta di presentare una nuova collana editoriale dedicata alle persone sorde che, tra passato e presente, hanno combattuto e combattono per una vita più dignitosa nella società.

Obiettivo principale di questa iniziativa editoriale, è quello di raccogliere e diffondere informazioni legate a personaggi che rischierebbero di cadere nel dimenticatoio.

Il progetto che qui presentiamo vuole essere solo l’inizio di una serie di pubblicazioni sul mondo dei Sordi. Partiamo con la traduzione in italiano di due fumetti francesi: Jean il Sordo (2012) e La figlia di Jean (2015) di Dano, Yann Cantin e Céline Rames.

La vicenda, ambientata nella Parigi illuminista, ha tra i suoi principali protagonisti l’Abate de L’Epée, fondatore della prima scuola pubblica per Sordi, che, con la sua opera di educatore, ha cambiato le condizioni di vita delle persone sorde, contribuendo inoltre a delinearne un’immagine positiva: i Sordi possono fare tutto, tranne sentire.

Crediamo sia importante divulgare questi fumetti anche in Italia, un Paese in cui la storia dell’educazione dei Sordi è stata influenzata dalla rivoluzionaria pedagogia francese di fine Settecento: si pensi all’opera dell’abate Silvestri che andò a Parigi per imparare il metodo dell’Abate de l’Epée e in seguito aprì a Roma una scuola per Sordi.

Il fascino dei due fumetti è dato dall’avere per protagonisti i Sordi e dal poter vedere dei segni desueti, usati alla fine del Settecento.

Il progetto è del tutto auto-finanziato, ma abbiamo bisogno di un ulteriore fondo per coprire la realizzazione della stampa.

Ogni quota corrisponde a 35 euro ed è possibile acquistare anche più quote.

Con una quota si ricevono i due libri a fumetti, Jean il Sordo e La figlia di Jean, direttamente a casa e senza preoccuparsi delle spese di spedizione!